×

Con l’Emilia Romagna fai crescere la tua impresa

In questo articolo ricapitoliamo i bandi di finanziamento in scadenza messi a disposizione della Regione Emilia Romagna per sostenere la crescita imprenditoriale.

 

Nell’ambito del Programma operativo regionale Fesr 2014-2020 per imprese e startup la Regione Emilia Romagna mette disposizione di piccole imprese del territorio emiliano-romagnolo tre differenti bandi. 11.000.000,00 sono gli euro dal Fondo Starter, 8.686.318 di euro quelli erogati dal Bando a sostegno degli investimenti produttivi e 2.300.000,00 di euro il finanziamento stanziato dal Fondo Start Up Innovative.

 

Fondo Starter

Il Fondo Starter è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata che opera tramite la concessione di mutui di importo fino a 300.000 euro. Attualmente è ancora aperta la quarta call con chiusura il 12 novembre 2018. Il fondo in oggetto prevede una dotazione finanziaria di 11 milioni di euro, elevata successivamente a 12,9 milioni.

Il Fondo consente un finanziamento del 100% del progetto presentato.

 

A chi è rivolto

I beneficiari del finanziamento rientrano nella categoria delle nuove imprese. In particolare, il bando è rivolto alle piccole imprese in forma singola o associata, che siano nate in un periodo non antecedente ai 5 anni dalla presentazione della domanda di finanziamento.

 

Come partecipare

È possibile inoltrare la domanda di partecipazione in forma digitale entro le 16.00 del 12 novembre 2018 presentando la modulistica illustrata nel sito del Fondo Starter, nel quale potrete trovare ulteriori informazioni inerenti al bando.

 

Start up innovative  

Il bando sostiene l'avvio, l'insediamento e lo sviluppo di nuove iniziative in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo. Requisito indispensabile: operare prioritariamente nel campo dei settori dell’alta tecnologia e ad alto contenuto innovativo.

 

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale pari al 60% della spesa ammissibile, maggiorabile di un ulteriore 10% per i progetti che prevedono, alla loro conclusione, un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato.

Il bando mette a disposizione 2.300.000,00 euro per l’acquisto di attrezzature e impianti, hardware e software e arredi strettamente funzionali all’attività. Sono, inoltre ammesse spese per affitti di laboratori, per acquisto di licenze e brevetti, per consulenza e promozione.

L’elenco completo sulle possibilità di finanziamento è consultabile sul sito Por Fesr- Emilia Romagna.

 

A chi è rivolto

Il bando si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite. In particolare,

  • per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2015;

  • per i progetti di espansione di start up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 2 luglio 2013.

 

Come partecipare

Le domande possono essere presentate dalle 10.00 del 02 luglio 2018 alle 17.00 del 15 novembre 2018 esclusivamente online, tramite l’applicativo Sfinge 2020.

 

Bando a sostegno degli investimenti produttivi

 

Sempre nell’ambito del Por Fesr 2014-2020 la Regione Emilia Romagna ha stanziato un finanziamento complessivo pari a 23.967.142 euro di cui:

▪ € 15.280.824 riferiti all’annualità 2018;

▪ € 8.686.318 riferiti all’annualità 2019.

 

Il bando nasce per sostenere gli investimenti produttivi aventi lo scopo di favorire la realizzazione di progetti finalizzati ad accrescere la competitività e l’attrattività del sistema produttivo e a favorirne i percorsi di consolidamento e diversificazione.

L’agevolazione finanziaria prevede contributi a fondo perduto pari al 20% della spesa ammissibile, a fronte di investimenti realizzati tramite il ricorso a finanziamenti a medio/lungo termine di importo compreso tra il 65% e l’80% del costo complessivo dell’investimento. I suddetti finanziamenti dovranno essere erogati dal sistema bancario, garantiti fino all’80% da un confidi selezionato e controgarantiti all’80% da Cassa Depositi e Prestiti tramite il Fondo EuReCa.

In più, il contributo è incrementato del 5% in caso in cui i progetti presentino particolari potenzialità. Queste possono riguardare l'incremento occupazionale, o la presenza di imprese femminili e/o giovanili o con rating di legalità. Mentre, un ulteriore incremento del 10% è previsto nel caso in cui le sedi operative oggetto degli interventi siano localizzate nelle aree montane della Regione.

 

Maggiori informazioni sulle spese e gli interventi ammissibili sono reperibili sul sito Por Fesr Emilia-Romagna.

 

A chi è rivolto

Il bando per gli Investimenti produttivi si rivolge alle PMI singole (ditte individuali, società, cooperative) o associate (consorzi o società consortili), iscritte al registro delle imprese. In più, questi soggetti devono essere operanti sul territorio della Regione Emilia Romagna nei settori di attività economica indicati nel bando. Tra questi il settore Ateco 2007 della Strategia di specializzazione Intelligente (S3) specificati nell’allegato 1 al bando e coerenti con le finalità dello stesso.

 

Come partecipare

Il bando è a sportello con valutazione continua e chiusura anticipata in caso di esaurimento delle risorse.

Sono previste 2 finestre di presentazione:

▪ 1° FINESTRA: dalle 10.00 del giorno 9 maggio 2018 alle 13.00 del giorno 26 giugno 2018;

▪ 2° FINESTRA: dalle 10.00 del giorno 4 settembre 2018 alle 13.00 del giorno 28 febbraio 2019.

 

La domanda di contributo dovrà essere compilata ed inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web “SFINGE 2020”.

La documentazione completa necessaria ai fini della presentazione della domanda è reperibile sullo stesso sito del POR-FESR.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    ×

    LAVORA CON NOI








    Sito web / E-commerceGraphic designDigital marketing